Pioli cura il Milan, più tiri ma poca mira, Piatek unico aspetto negativo

Pioli avrebbe finalmente risolto il problema tiro. I rossoneri contro il Parma hanno calciato ben 27 volte ma solo 8 sono verso la porta e sarebbe questo, secondo la Gazzetta dello Sport, l’ultimo aspetto da migliorare. Il Diavolo avrebbe fatto già grandi passi in avanti con il tecnico parmense. Con Giampaolo la squadra rossonera non riusciva mai a calciare, mentre ora la situazione è cambiata del tutto, servirebbe solo aggiustare la mira.

AGGIUSTARE LA MIRA PER FAR DIVERTIRE IL PUBBLICO ROSSONERO

Il Milan gioca meglio, diverte di più i tifosi ma resta sempre il problema del goal. Contro i gialloblu, il team milanista è riuscito a spuntarla solamente negli ultimi minuti, grazie ad un goal fortunato di Theo Hernandez. La buona notizia c’è: i rossoneri riescono a liberarsi per calciare con più tranquillità ma ora servirebbe aggiustare la precisione del tiro: aspetto che Pioli starebbe curando negli ultimi allenamenti, con sedute speciali proprio su tale argomento.

I rossoneri hanno comunque trovato un’identità e un gioco, impensabili sino ad un mese fa. Per questo motivo, una volta che il Milan troverà il goal con più disinvoltura, i tifosi inizieranno a divertirsi.

CRISI SENZA FINE

L’unico punto negativo da evidenziare sarebbe sempre la crisi di Krzysztof Piatek. Il polacco è seriamente entrato in un vortice oscuro senza fine. Contro il Parma è stata bocciato dopo un’ora opaca con pochissimi spunti offensivi, sostituito da Rafael Leao e ora la società rossonera sarebbe sempre più orientata ad acquistare un rinforzo a gennaio per sostituire il Pistolero, che rischierebbe addirittura la cessione in prestito.